venerdì 13 settembre 2013

PICCOLO QUESTIONARIO PER I MIEI FOLLOWER ( E NON SOLO)


Ormai il blog ha quasi sei mesi di vita, e ho pubblicato un numero di post tale da dargli un’impronta ben definita; ormai molti di voi avranno capito che questo blog è una specie di “Old curiosity shop” sul giallo classico, talvolta iper-classico, visto che sono arrivato a toccare il periodo vittoriano. E l’obiettivo era proprio questo, far conoscere i maestri ma anche e soprattutto dare una minima vetrina a testi dimenticati e non di primo piano; trovo inutile infatti parlarvi solo della Christie, o di Stout, o di Carr, o di Queen come fanno in molti; preferisco riesumare testi dimenticati, mi diverte molto di più.
Ora, pur ammettendo che ci sono molti blog migliori del mio, più approfonditi e dettagliati, sono convinto della bontà del mio lavoro, ma in ogni caso qualche consiglio e qualche dritta fa sempre piacere. Per cui vi invito a rispondere, ma solo se vi va, a qualche domanda mirata a cogliere cosa non va nel mio blog, e provare poi a migliorarlo.
Ecco le seguenti, semplici domandine;

1-     Cosa vi piace di più del mio blog? e cosa invece non digerite?
2-     Quali sono i post che vi sono parsi più interessanti? e quali invece vi hanno lasciati indifferenti o annoiati?
3-     Cosa è migliorabile a livello grafico?
4-     Preferireste dei riassunti più dettagliati delle trame dei libri che tratto?
5-     Ditemi qualche autore che vorreste vedere recensito (tenendo presente che non seguo l’hard boiled ne i mallopponi contemporanei alla Stieg Larrson).

Ovviamente mi aspetto risposte franche e dirette, altrimenti tutto sarà inutile.
Grazie per il vostro tempo e la vostra disponibilità, a risentirci su questi lidi.

14 commenti:

  1. 1- Quello che mi piace del tuo blog è proprio la sua 'missione' di creare una specie di bibliografia del giallo classico e datato. Da appassionata e da curiosa, mi piace scoprire 'dritte' su romanzi e autori pressoché sconosciuti. Mi piacciono gli aneddoti strani sugli scrittori e, a volte, mi piacerebbe sapere di più sulle loro vite e sulla loro personalità; cosa li ha spinti a cimentarsi col poliziesco, per esempio.
    Non ho ancora scorto nulla che non mi piaccia.
    2- Nessun post mi ha lasciato indifferente ma certo mi intrigano di più quelli che descrivono libri e autori che non ho letto.
    3- ah ah ... a livello grafico è migliorabile tutto. Scusa, sono una disegnatrice convertita all'agricoltura, e queste tinte marroni non sono il massimo!
    4- No. Niente riassunti dettagliati, per favore.
    5- Sul momento non me ne viene in mente nessuno. Ma ti contatterei, nel caso.
    BUONISSIMO LAVORO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nicoletta! sei troppo buona, anche se...da appassionata di agricoltura, il colore "zolla di terra appena rivoltata" del mio blog non ti piace proprio? ;)

      Ah, ho letto il primo capitolo del tuo libro; davvero molto interessante, mi è piaciuto l'alternarsi di frasi fatte e i sentimenti che esprimono. Purtroppo ora ho il matrimonio imminente dell'odiatissima cognata e ho pochissimo tempo per leggere (infatti sto recensendo libri già letti e straletti), appena passa mi dedico di nuovo al mio pasatempo preferito.

      Elimina
    2. Non darti pensiero. Sono una sociopatica molto comprensiva.

      Elimina
  2. 1 = mi piacciono molto le recensioni di romanzi inglesi, gialli e non, soprattutto quelle che mi fanno conoscere autori oscuri e dimenticati, e nelle recensioni dei gialli mi piace l'attenzione all'ambiente e ai costumi. Non c'è niente che non digerisco, ma purtroppo di gialli me ne intendo poco, e quindi preferisco le recensioni di romanzi!

    2 = i post più interessanti sono quelli sui tuoi ritrovamenti miracolosi nelle bancarelle di libri usati e quelli che mi hanno lasciata indifferente sono quelli che entrano negli aspetti più tecnici dei gialli, non perché non siano interessanti e ben scritti, ma perché il giallo non è il mio genere preferito!

    3 = non ne ho idea!! Questo marrone piace, mi dà l'idea di una vecchia biblioteca!

    4 = no, vanno bene così, se no diminuisce lo sfizio di leggere i libri

    5 = letteratura vittoriana ed edoardiana, of course!

    RispondiElimina
  3. 1 - Mi piace il fatto che sia così "specialistico", i blog tematici mi affascinano sempre. Inoltre, mi piace come scrivi i post!
    2 - Come ho già scritto, mi piacciono molto le tue recensioni; in particolare, leggo sempre con piacere quelle dedicate ad autori meno noti, che altrimenti non avrei mai conosciuto. Gli unici post che mi sono piaciuti un filo meno sono quelli "cumulativi", ad esempio quello su tutti i racconti di Sherlock Holmes, perché trovo rendano meno delle tue solite recensioni (credo che dividendoli in più parti renderebbero di più).
    3 - Non sono un'esperta di grafica, quindi non saprei consigliarti granché... Il layout semplice mi piace, l'unica cosa che cambierei è la posizione del riquadro per i follower del blog, perché non amo molto quando è sotto al nome del blog - trovo sia più carino nella colonna a lato. Ma questa è una fisima mia xD
    4 - No! Direi che quelli che fai vanno già benissimo. Non amo i riassunti dettagliati.
    5 - Al momento non mi viene in mente nessuno, ci penserò e ti farò sapere :)

    RispondiElimina
  4. Grazie mille a tutti voi carissime! Sono felice che siate finora tutte d'accordo col punto 4, ciò a cui tenevo di più!mi avrebbe inorridito riassumere dettagliatamente le trame dei libri, cosa a cui sono del tutto contrario. Sono felice anche di essere stato "Incentivato" a scrivere anche di letteratura non poliziesca o almeno non strettamente tale, consiglio a cui mi atterrò (vedi l'ultimo post su the castle of Otranto). Sul lato grafico ci lavorerò, ma devo farmi aiutare da qualcuno che se ne intende, mi sa... Attendendo altre risposte,grazie mille a chi ha risposto!

    RispondiElimina
  5. 1-Mi piace la varietà. Infatti, pur rimanendo coerente all'argomento principale (ovvero il giallo/mystery classico) spazia abbastanza arrivando a toccare altri generi "figli" o "precursori". Anche la rubrica "Non solo giallo" è gradevolissima, e funziona benissimo per staccare un po' dai gialli duri e puri. Al momento, su questo blog non ho trovato niente che non sia di mio gradimento.

    2-Beh, io sono molto affezionato ai post sulla Christie, sia quello con il tuo giudizio su tutti i romanzi, che quello sui racconti. Alle persone non particolarmente interessate all'autrice saranno risultati forse poco interessanti, ma per me -che in quel periodo stavo recuperando le sue opere- sono stati una guida utilissima!

    3- Mi unisco a Camilla chiedendoti di spostare il riquadro dei follower a lato. E poi, una bella immagine sopra o sotto il titolo del blog farebbe la sua figura (magari una bella foto dei tuoi gialli). Però essendo negato in grafica e compagnia bella non saprei proprio come inserirla!
    Anzi, adesso che ci penso non è così difficile: --->Design (alto a destra)--->Layout (colonnina a sinistra)---->Premi "Modifica" nel riquadro di "Intestazione"---->Ti si apre una finestrella dove, se vuoi, puoi caricare l'immagine che apparirà in testa al blog.

    4-Assolutamente no. Le recensioni che sviscerano i libri svelando ogni minimo dettaglio della trama non le ho mai sopportate. Se non ne puoi fare a meno ti consiglio sempre di avvisare a inizio post con la dicitura SPOILER.

    5-Mi piacerebbe leggere qualche tuo post sul Carr meno conosciuto (e magari anche meno riuscito). E' troppo facile parlare sempre e solo dei capolavori di quest'autore.

    RispondiElimina
  6. Anche se con un po' di ritardo, rispondo volentieri alle tue domande.
    1 - La possibilita' di conoscere autori fondamentali del giallo che hanno avuto una limitata diffusione in Italia (es. La Tey, che ho scoperto proprio su tua indicazione). Mi piace anche molto il tono divulgativo, ma sempre competente dei tuoi post.

    2- Nessun post mi ha lasciato indifferente o annoiato. I miei preferiti sono stati quelli sul giallo anglosassone. Ho particolarmente apprezzato la tua capacita' di presentare le opere dei vari autori, mettendole in relazione tra loro e presentando una sorta di linea di continuita', di sistematizzazione, nell'evoluzione del genere "giallo".

    3- Senza appesantire troppo le pagine, introdurrei qualche immagine a tema giallo, come sfondo. Nessuna immagine ad effetto o colori troppo aggressivi, pero'! :)

    4- Concordo con gli altri nell'evitare riassunti dettagliati.

    5- Senza perdere di vista i pilastri fondamentali del genere (Sayers, Christie, Doyle, Simenon, etc.), potresti forse spostare la tua attenzione su qualche grande autore contemporaneo (tipo Colin Dexter, creatore dell'Ispettore Morse, che adoro) ed anche sulla tradizione iberica del giallo (da Francisco Garcia Pavon - altro autore che apprezzo molto - fino alla recente Alicia Giménez Bartlett). Alla luce della tua conoscenza del giallo classico, inoltre, sarebbe interessante sapere cosa ne pensi di qualche serie moderna di successo (es. quella di Alan Bradly con protagonista Flavia de Luce; oppure il nostrano Camilleri). Se pensi si tratti di un successo che sara' duraturo, ovvero di libri che verranno presto dimenticati.

    Infine, grazie mille per il tempo e la passione che dedichi al blog. E' sempre un piacere leggerti!

    RispondiElimina
  7. Yue; ho seguito il tuo consiglio, e anche se il risultato non è perfetto ho fatto del mio meglio. Ho anche uniformato lo sfondo su una tonalità marrone più nitida, che facilita la lettura.
    Se qualcuno di voi mi potesse dire come mettere i follower sul lato della pagina mi fa un favore, io non ci riesco proprio.
    Sai che a proposito di Carr proprio ogi mi è venuto in mente di recensire il mistero di Muriel? è che Carr è un autore che leggevo molto 6-7 anni fa, e i suoi testi li ovrei riprendere in mano, visto che non sono semplicissimi e il ricordo di essi non è certo immediato.


    Gianluca; purtroppo sono praticamente digiuno di giallo contemporaneo; a meno che qualche autore non mi invii il testo personalmente (come ha fatto la buona Niki) di mio non riuscirei mai ad approcciarmi ad autori odierni; è una mia lacuna, che in parte vorrei colmare (sto leggendo con molta soddisfazione la splendida saga vittoriana di Philip Pulman su Sally Lockart, ma anche se ricorstruita è sempre ambientazione ottocentesca) ma per me i romanzi vittoriani o della golden age hanno un richiamo irresistibile stile sirene di Ulisse, e non riesco a non dar loro la precedenza.
    Degli autori che mi hai citato ho letto qualcosa di Camilleri, ma purtroppo da buon toscano non riesco a leggere nessun dialetto Italiano, dal meneghino al siciliano; non che Camilleri scriva in dialetto stretto, ma mi affatica comunque seguirlo. Quindi credo proprio che non potrò accontentarti sui contemporanei, mi dispiace!

    Comunque grazie mille anche a voi, mancavano all'appello giusto i follower di sesso maschile!

    RispondiElimina
  8. Se il dialetto usato da Camilleri nei primi volumi di Montalbano te lo rendeva di difficile lettura, ti sconsiglio decisamente di avvicinarti ai piu' recenti romanzi, in cui l'uso del dialetto si e' decisamente accentuato (in concomitanza con una notevole perdita di qualita' dell'intreccio, IMHO).

    Se volessi avvicinarti a qualcosa di contemporaneo, decisamente anglosassone, ben congeniato, e vicinissimo alla golden age come costruzione dell'intreccio, ti consiglio decisamete i romanzi dell'Ispettore Morse di Colin Dexter. Il protagonista si muove nella Oxford contemporanea, in un'atmosfera che piu' anglosassone non si puo'. Credo non rimarrai deluso. Potresti iniziare da "Niente vacanze per l'ispettore Morse" della Sellerio.

    RispondiElimina
  9. ecco questa è davvero una grande dritta. in biblioteca a Firenze ce lo dovrebbero avere, lo metto nella wish-list.

    RispondiElimina
  10. Poi, con calma, fammi/facci sapere le tue impressioni! :)

    RispondiElimina
  11. Omar, per spostare i follower a lato:
    --->Design (alto a destra)--->Layout (colonnina a sinistra)---->Trascini con il mouse il quadrettino con su scritto membri e lo posizioni in uno degli spazi nella colonna al lato. E' facilissimo.

    Ho visto che hai messo un immagine in testa al blog! Ma con il titolo in "sovraimpressione" non mi piace. Secondo me sarebbe più carina con il titolo scritto direttamente sull'immagine (basta un qualsiasi programma di grafica come paint).

    RispondiElimina